21 marzo giornata internazionale delle foreste

Il 21 marzo ricorre la Giornata Internazionale delle Foreste. Si tratta di una giornata istituita il 28 novembre 2012 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con lo scopo di sensibilizzare la popolazione di tutto il mondo sull’importanza delle foreste per la vita terrestre. Le foreste rappresentano un terzo del Pianeta e svolgono un ruolo fondamentale nella produzione dell’ossigeno. Gli alberi che le compongono sono infatti in grado di assorbire l’anidride carbonica prodotta dall’uomo e di restituire ossigeno. A tal proposito si stima che le foreste neutralizzino ben 300 miliardi di tonnellate di anidride carbonica in un solo anno. Per questa ragione, vengono anche definite i polmoni della nostra terra e dovrebbero essere considerate un bene prezioso, da conservare e tutelare con cura.

Purtroppo nella realtà dei fatti le cose non stanno così e le foreste sono una delle realtà più duramente colpite dall’attività umana. Per questa ragione, la Giornata Internazionale delle Foreste si pone anche l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione di tutto il mondo riguardo i rischi e i pericoli che minacciano l’integrità delle foreste. Sono problematiche di diversa natura, ma che hanno tutte un medesimo denominatore: la presenza costante dell’uomo. Infatti, le foreste si trovano a combattere da decenni contro l’attività indiscriminata umana e in particolar modo contro il disboscamento. Una stima significativa e soprattutto evocativa sostiene che ogni due secondi scompaia un’area di foresta grande quanto un campo da calcio. All’attività umana di disboscamento bisogna aggiungere le calamità più o meno naturali che si abbattono sulle foreste, in primis gli incendi. Anche in questo caso i dati sono allarmanti: nel solo 2019 sono stati bruciati circa 12 milioni di ettari della Foresta Amazzonica, la più grande foresta pluviale dell’intero globo. Alcuni di questi incendi vanno a devastare vaste aree, bruciando alberi e danneggiando irrimediabilmente l’ecosistema di questi posti.

Gli incendi non sono, però, l’unica minaccia per le foreste del nostro Pianeta. Infatti, anche il riscaldamento climatico e l’inquinamento stanno procurando non pochi problemi a questi delicati, ma importanti ecosistemi. Da un lato, l’innalzamento delle temperature ha portato a prolungati periodi di siccità nelle diverse foreste di tutto il mondo. D’altra parte, l’inquinamento dell’aria è tale che le piante sono in difficoltà ad assorbire l’enorme quantità di anidride carbonica. Il rischio, come hanno recentemente sottolineato alcuni studiosi, è quello di giungere ad una fase di essiccazione delle foreste, le quali non potrebbero più assorbire l’anidride carbonica.

La Giornata Internazionale delle Foreste ha proprio lo scopo primario di dimostrare a tutta la popolazione e anche ai diversi Paesi del mondo come sia necessario impegnarsi concretamente per proteggere questi delicati ecosistemi e come sia giunto il momento di prendere provvedimenti mirati e efficaci. Le foreste, che sono i polmoni del nostro Pianeta, sono fortemente ammalate e bisogna intervenire, prima che sia troppo tardi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui