Costruire un presepe: l’idea originale

Come costruire un presepe originale? Qual è la sua storia? Ecco qualche consiglio

Insieme con l’albero di Natale, il presepe è un altro simbolo di queste festività. Ma quando si approssimano le feste, si moltiplicano gli interrogativi su come costruire un presepe originale? Così come l’albero di Natale, anche il presepe può essere declinato in maniera originale. Nel mondo, oggi esistono diverse tradizioni che riguardano il presepe. C’è chi da anni utilizza sempre le stesse statuine, tramandate di generazione in generazione. Chi, invece, ogni anno aggiunge una miglioria, ora aggiungendo una nuova statuina, ora l’ultimo ritrovato tecnologico.

Non tutti però hanno spazio e tempo per costruire un presepe, secondo i canoni tradizionali. In questi casi, però, aguzzare l’ingegno può aiutare a trovare estrose soluzioni, che consentono a tutti di portare avanti quella tradizione, che tanto ci faceva felici da piccoli.

Breve storia del presepe

Presepe Reggia di Caserta

Per reinterpretare con originalità qualcosa, senza stravolgerne il carattere, non si dovrebbe  mai prescindere dalla conoscenza della sua storia. La storia del presepe è molto antica. Essa avveniva già attraverso la pittura. La rappresentazione a tutto tondo, invece, si deve a san Francesco d’Assisi, che nel 1223 realizzò, a Greccio, il primo presepe della storia.

Tra il Quattrocento e il Seicento, il presepe scolpito iniziò a diffondersi in tutta Italia. Nacquero così le tradizioni presepiali tuttora riconosciute: quella napoletana, quella genovese e quella bolognese. In particolare, a Napoli iniziò una vera e propria competizione fra le famiglie nobili della città, per chi possedesse il presepe più bello. Tra l’Ottocento e il Novecento, infine, il presepe si è diffuso nelle abitazioni della borghesia. Ancora oggi, dopo circa sette secoli di storia, sono tante le famiglie che portano avanti questa affascinante tradizione.

Composizione originale del presepe

Personaggi per costruire presepe

Per costruire un presepe perfetto, è necessario conoscere la composizione originale. Ogni elemento del presepe, sebbene possa sembrare casuale, ha un suo significato preciso. L’elemento centrale del presepe è la sacra famiglia. Al centro, la mangiatoia nella quale troverà posto, la notte di Natale, Gesù. Ai lati, la Madonna col suo tipico velo blu e Giuseppe tipicamente vestito di marrone.

All’esterno della capanna (o della grotta, a seconda della tradizione) trovano posto uno o più angeli. Le strade nei dintorni, invece, sono affollate dai pastori e artigiani, che costituivano il tessuto sociale dell’epoca. A ricordare il clima di festa, poi, vi suono i suonatori. Infine, gli animali: oltre all’asino e al bue, tipicamente nel presepe è possibile trovare numerose altre specie animali. Poco prima della rimozione del presepe, la notte dell’epifania, vengono infine collocate le statuine dei Re magi: Gaspare, Melchiorre e Baldassare. Queste statuine sono solitamente riccamente vestite e portano in dono i doni della tradizione: incenso, oro e mirra.

Costruire un presepe originale

costruire presepe

Di idee per costruire un presepe originale se ne trovano a decine in rete. Chi sistema le proprie statuine (magari le stesse che utilizzavano i nonni) in una vecchia valigia. Chi, invece, ha creato una perfetta riproduzione del presepe in una pigna. Soluzioni creative, che reinterpretano l’originale composizione del presepe.

Una collocazione particolare per il vostro presepe, potrebbe essere una serra. Intendiamoci, non una serra da giardino, ma una di quelle per interni. In commercio esistono piccolo serre per l’abitazione, come la greenserr@, che si prestano a ospitare il vostro presepe. Addobbate con pochi elementi, la serra si presterà a diventare una tipica capanna. Se, invece del legno, preferite la robustezza del ferro, allora esistono altre soluzioni, come urbanserr@. Al contrario di greenserr@, col suo stile più moderno, questa serra si presterà a essere un’ottima grotta. che si presteranno a uno stile più moderno. E quando sarà passato il Natale, entrambe potranno facilmente tornare alla loro funzione originaria, consentendovi di prendervi cura delle vostre piante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui