Eco materiali per la bio edilizia

L’uso di materiali sostenibili è alla base della bio edilizia. Lo scopo, infatti, è quello di limitare e ridurre il più possibile lo spreco delle energie non rinnovabili per salvaguardare l’ambiente. In questo modo si ottiene non solo maggiore efficienza ma vengono anche ammortizzati così i costi dell’installazione.

ECO MATERIALI PER LA BIO EDILIZIA: LA SOSTENIBILITÀ PRIMA DI TUTTO

In tema di materiali da impiegare per la bio edilizia si ritiene che questi debbano essere certificati e derivanti da fonti energetiche alternative. In realtà ciò non basta per assicurare la sostenibilità di un progetto, perché è anche molto importante valutare l’impatto sull’ambiente, oltre agli aspetti strettamente economici. Pertanto, quando si valuta l’idoneità di un materiale occorre considerare il suo complessivo ciclo di vita: dalla produzione, all’utilizzo e fino ad arrivare allo smaltimento.

Ecco spiegato come mai anche alcuni materiali non rinnovabili possono comunque garantire un elevato grado di sostenibilità, a patto di avere un ciclo produttivo efficiente dal punto di vista energetico, quindi con basse emissioni inquinanti.

Tutto questo vuol dire che un materiale idoneo per la bio edilizia, dunque sostenibile, sarà prodotto impiegando processi che rispettano la natura. Inoltre non disperderà sostanze nocive negli ambienti domestici dopo la posa in opera, garantendo riciclabilità nel momento in cui dovrà essere smaltito.

In fase di scelta dei materiali ecologici per la bio edilizia in genere si preferisce sempre puntare su quelli di provenienza locale, anche per questa soluzione aiuta a limitare i costi del trasporto. Molto spesso si prediligono materiali che vantano specifiche proprietà di isolamento, in quanto si rivelano particolarmente efficaci nell’aumentare l’efficienza energetica degli immobili.

ECO MATERIALI PER LA BIO EDILIZIA: I PIÙ UTILIZZATI

Sicuramente il legno proveniente da boschi gestiti in modo sostenibile rappresenta il materiale più diffuso nel campo della bio edilizia, anche perché rinnovabile, biodegradabile e facilmente riciclabile. Il legname, che offre anche isolamento termico, acustico, elasticità e resistenza, permette di creare spazi confortevoli, accoglienti e curati esteticamente.

Altro materiale molto usato è il sughero, specialmente per la realizzazione di pannelli traspiranti, atossici e non infiammabili. Altrettanto apprezzata è la fibra di cellulosa, specialmente per le sue elevate capacità coibentanti e isolanti. Gli elementi strutturali degli edifici, invece, richiedono l’uso di laterizi realizzati a base di acqua, sabbia e argilla espansa che oltre a garantire buone proprietà meccaniche, offrono un elevato isolamento acustico e termico.

I blocchi in legno-cemento permettono di realizzare le murature portanti, grazie alla posa in opera a secco e la successiva riempitura con calcestruzzo. Questi blocchi consentono la realizzazione di immobili in classe energetica A, ecologici, antisismici e nel pieno rispetto della normativa di settore. Grazie ai blocchi in legno-cemento, inoltre, si riducono significativamente i tempi e i costi di realizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui