Cosa piantare nell’orto ad aprile? I consigli per un orto ad aprile

Orto ad aprile

Benvenuti nell’orto di aprile, non sentite già il profumo di primavera? Ebbene sì, aprile è uno dei mesi più entusiasmanti per dedicarsi all’orto in casa. Alle nostre latitudini, infatti, le giornate iniziano ad avere temperature miti e durante le notti non si rischia più le gelate. Le temperature, ma non solo. Gli orti, proprio in questi giorni, iniziano a colorarsi e a emanare tutto il loro profumo. Un piacere per tutti i sensi. Vediamo, quindi, cosa possiamo fare per goderci al meglio l’orto in aprile.

Cosa piantare nell’orto ad aprile

Il calendario delle semine di aprile è ricco di consigli. Se avete la possibilità di seminare in campo aperto, vi resta solo l’imbarazzo della scelta. Al punto, che molti sostengono si faccia prima a dire cosa non sia possibile seminare. Ciò può spingere a seminare all’impazzata, ritrovandoci in breve un orto disordinato e, soprattutto, disorganizzato. Ponderare bene spazi e tempi è di fondamentale importanza per avere un orto facile da gestire e, allo stesso tempo, con una produzione costante.

Cosa seminare nell'orto ad aprile?

Allora, cosa piantare nell’orto ad aprile? Dal 1° al 10 aprile e dal 28 al 30 aprile, cioè durante i giorni di luna crescente di aprile, è possibile seminare anguria, basilico, bietola, cardo, carota cetriolo, coriandolo, fagiolo, fagiolino, fava, melone, peperone, pisello, melanzana, pomodoro, prezzemolo, ravanello, rucola, zucca e zucchina. Durante il periodo di luna calante di aprile, dal 13 al 25 aprile, invece, possiamo seminare cavolo cappuccio, indivia riccia, lattuga, bietola, lattuga cappuccio, porro, scarola e sedano.

I lavori di un orto ad aprile

Come sempre, l’orto è anche lavori di manutenzione. I lavori di un orto ad aprile non sono moltissimi, ma sono comunque importanti. Il primo, come già detto, riguarda la programmazione e il riordino dell’orto. Iniziare bene un orto, già prima della semina, significa far crescere bene le piante e ottenere risultati migliori sul lungo termine. Segnare le semine su un quaderno da conservare, inoltre, ci aiuterà negli anni successivi a eseguire una rotazione delle colture.

I lavori dell'orto in aprile

Prima della semina di aprile, poi, è necessario preparare il terreno. Una vangatura profonda, che elimini tutti i residui organici delle precedenti colture, è raccomandata. Durante questa fase è consigliabile – specie per i terreni meno drenanti – l’installazione delle reti di drenaggio. In questo modo si eviteranno i ristagni, che possono danneggiare le nostre colture. Un altro nemico giurate delle colture di aprile sono gli improvvisi scrosci d’acqua. Per proteggere le piantine dagli acquazzoni primaverili, dunque, può essere utile adoperare del tessuto non tessuto. Ciò permette al terreno di bagnarsi, ma, allo stesso protegge le piantine stesse.

Se, poi, abbiamo seguito i consigli dell’orto a marzo, possiamo anche mettere i sostegni necessari a pomodori, piselli e fagiolini.

Per il resto, come sempre, buon orto a tutti.

Luigi Celano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui