Orto di settembre cosa seminare

Orto in vaso

 

Settembre è il mese dei rientri e degli inizi. Rientri dalle vacanze (per chi ne ha goduto), rientri al lavoro, inizio di nuove attività e perché no, inizio di un nuovo orto in casa. La verdura coltivata nel tuo orto, ha una fragranza e un gusto molto più intenso di quella prodotta dalla filiera industriale. E’ vero, ci vuole tempo da dedicare a questa nuova attività, ma non perdiamoci d’animo ancor prima di iniziare, una volta organizzato tutto bastano pochi minuti al giorno per costruire qualcosa di meraviglioso. L’orto si può fare ovunque, non richiede necessariamente ampie superfici, con le giuste tecniche diventeremo degli agricoltori di città. Oggi ti parlo di cosa seminare nell’orto di settembre.

DRITTE UTILI PER IL TUO ORTO URBANO.

Se hai deciso di iniziare questa bellissima esperienza proprio nel mese di settembre, ecco alcune dritte davvero utili:

  • Verifica l’esposizione al sole del tuo balcone/terrazzo: importante per capire quale tipologia di piante scegliere, quelle che vogliono tanta luce o quelle che amano l’ombra.
  • Quanta superficie hai a disposizione: sei hai poco spazio è inutile riempirlo con 300 vasi, rischieresti innanzitutto di non poter più uscire in balcone e di ostacolare la crescita stessa delle piante. Al contrario uno spazio ampio va gestito con criterio, più lo spazio è grande più tempo devi impiegare per la cura del tuo orto.
  • Lascia un vuoto: utile per il tuo passaggio e per eseguire i lavori di rinvaso o manutenzione delle piante.
  • Compra un piccolo scaffale: se hai la possibilità, posiziona uno scaffale o un tavolo da lavoro utili ad avere sempre a disposizione attrezzi, terricci, vasi e fertilizzanti senza entrare in casa continuamente. Inoltre non si crea disordine, con oggetti sparsi qua e là.
  • Zona crescita: dedica un’area alla crescita, dove inserire un semenzaio o una piccola serra, utile a proteggere e far crescere nel modo migliore i piccoli germogli.
3727173411_c3ee7afdbf_z
Orto di settembre cosa seminare

ORTO DI SETTEMBRE COSA SEMINARE

Seminare è sempre il miglior modo per coltivare le proprie piante. Oltre alla grande soddisfazione che regala quest’operazione, puoi seguire tutti i processi di crescita e avere la certezza di un prodotto davvero sano. Le semine nell’orto di settembre: lattughino da taglio, rucola, spinaci, prezzemolo e valerianella.  Bisogna tener conto che un seme, nelle giuste condizioni, impiega circa 10/15 giorno a germogliare e dai 30/40 giorni per raccogliere i suoi frutti. Per velocizzare il processo, puoi recarti in un garden center di fiducia e acquistare piantine già pronte al travaso, nel frattempo controlla il tuo semenzaio cosi da sostituite le piantine nel momento giusto. Quest’operazione ti permette di avviare immediatamente il tuo orto e avere un ricambio pronto appena la pianta terminerà la sua produzione. Settembre è anche un mese ricco dal punto di vista del raccolto, se hai lavorato bene nel mese precedente, nel tuo orto troverai: basilico e prezzemolo a volontà, rucola, lattuga, pomodori, melanzane, zucchini, peperoncini e peperone.

TRUCCHI DEL MESTIERE

Più che trucchi, degli accorgimenti necessari, per avere un orto di settembre produttivo:

BJ01z34AnZP (1)
Gli attrezzi sono fondamentali per un buon orto
  • Occhio al vento: se molto forte può piegare steli o sradicare le piante, se insistente può appassire le foglie. Crea quindi delle zone di “riparo” anche con teli protettivi o acquista una serra da balcone.
  • Il vaso giusto: tieni conto che le piantine crescono (menomale), quindi immagina il frutto nella sua intera grandezza, ad esempio una pianta d’insalata, e calcola la dimensione del vaso o lo spazio da lasciare tra loro qualora decida di inserire più di una piantina nello stesso contenitore.
  • Terriccio di qualità: non risparmiare sul terriccio, è quello che ti fa fare la differenza. Scegli una tipologia bio, con concime a lento rilascio e che sia adatto per orto o semina.
  • Drenaggio: crea situazioni in cui nel vaso non ci siano mai ristagni d’acqua. Le radici marciranno e quando vedrai le foglie ingiallire sarà troppo tardi per recuperare. Inserisci sul fondo del vaso vecchi cocci o sfere di argilla espansa, per favorire il deflusso dell’acqua in più dell’irrigazione. Puoi anche creare un mix di terricci, ad esempio uno specifico per prati molto sabbioso con quello per l’orto. La sabbia favorirà il corso dell’acqua rendendo il terreno più leggero.
  • Calma: non farti prendere dalla frenesia dell’orto, calcola il tuo spazio con attenzione, non creare paurose foreste sul tuo balcone. Valuta i tempi che puoi dedicare a quest’attività, le piante richiedono cure continue, quindi tante equivalgono a tanto tempo da destinare alla loro manutenzione.
  • Gli attrezzi giusti: sì, ci vogliono gli attrezzi giusti. Paletta, forbici, rastrello, guanti, grembiule, foraterra, vaporizzatore e potrei continuare all’infinito. Chiaramente, più ne hai e maggiore è l’efficacia nelle manutenzioni. Scegli quelli necessari anche in base alla tua esperienza, aggiungendo un pezzo nuovo di volta in volta.
  • Pazienza: ce ne vuole tanta. Gli errori servono per crescere e a migliorare nel prossimo tentativo. Non abbatterti subito, con il tempo e la pratica imparerai a riconoscere immediatamente l’esigenza di ogni pianta.
  • Prodotti Bio: è inutile sottolineare che prodursi il cibo da se vuol dire mangiare sano, senza pesticidi o residui di fitofarmaci. Cerca antiparassitari naturali o ricette per macerati, infusi ed estratti fai da te.
2vmsadwGti
Risultato delle semine nell’orto di settembre

Tanti consigli, spero utili, per questo orto di settembre. Realizzare un orto in città è un’esperienza unica, il tuo balcone in produzione ti regalerà colori e profumi incomparabili, quasi estinti in una società che ha perso la voglia di unicità e si dedica sempre più spesso a creare prodotti identici.

Buon orto a tutti, un saluto green

Luigi Celano  

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui