ORTO E BAMBINI: SEMINIAMO IL LORO INTERESSE

 

Orto e bambini sono sicuramente un connubio vincente. Far respirare l’aria di campagna ai più piccoli, gli regala momenti indimenticabili in una quotidianità super tecnologica. L’odore dell’erba bagnata, la danza dei fiori sotto l’effetto del vento e i colori vivi dei frutti della natura, sono difficilmente riproducibili in città.  Per fortuna a tutto c’è rimedio, infatti l’orto e la campagna prendono spazio in un pezzetto di città, come nel caso degli orti urbani, o addirittura in casa con l’orto in balcone. A cosa serve avvicinare i bambini alla natura e all’orto? Certamente ad avere un futuro migliore per il nostro pianeta!

LA CURIOSITÀ’ NASCE CON IL GIOCO

Un mondo migliore, siccome chi ama la natura sin da piccolo, saprà proteggerla durante tutta la sua vita. Farà di tutto per essere un bravo cittadino del mondo e coinvolgere gli altri in progetti di ecologia e tutela del pianeta. E’ così che nascono tante attività, anche nelle scuole, per dar spazio a questa “disciplina” e cercare di stimolare il più possibile i bambini a interagire con la natura e l’orto. Come per le altre materie, lo studio non deve finire a scuola, ma continuare a casa. Sicuramente conoscere una formula matematica o la storia di un noto autore di letteratura può giovare alla nostra cultura personale, così come riconoscere una pianta di basilico o una semplice insalata con tutto il suo percorso di crescita, può essere davvero utile nella nostra vita. Spesse volte, durante qualche manifestazione green, sono invitato per realizzare un piccolo angolo green o per organizzare un momento di aggregazione con le persone. La mia domanda è … ci sono i bambini? Si ! ok, allora faremo una cosa stupenda. Il perché è semplice, coinvolgere i bambini, incuriosirli, farli sporcare con la terra è un’attività che sposta l’attenzione anche del genitore e che quindi appassiona l’intera famiglia. Inoltre il lavoro manuale, la possibilità di realizzare qualcosa di nuovo, sperimentare e veder nascere una piantina da un piccolo seme, riempirà le ore post-studio dei più piccoli, così da diversificare le loro attività, che più delle volte sono esclusivamente tra tv, smartphone e console.

orto e bambini, manifestazione
Orto e bambini, foto di una manifestazione a cui abbiamo partecipato

ORTO E BAMBINI, CI PROVO ANCHE IO!

Realizzare un piccolo orto per i vostri bambini è davvero un’operazione molto semplice. Basta procurarsi:

piantine in crescita
Piantine in vaso durante una fase di crescita

Fate riempire ai vostri piccoli il vasetto con il terriccio. L’operazione diventa più divertente se fatta a mani nude, stando a contatto diretto con la terra. Sotto la vostra guida, fategli prendere i semini e piano piano interrarli nel terreno, ricordate sempre che la profondità di semina è proporzionata alla grandezza stessa del seme. E’ il momento di annaffiare, delicatamente accompagnateli nel versare l’acqua nel vaso, per evitare eventuali fuoriuscite del terreno. Posizionate i vasetti in un luogo luminoso e caldo, magari in una serra da interno, così da avere le piantine in un luogo protetto e tutti in un unico posto. Prima che germogli il seme, fate vaporizzare il terreno ai vostri piccoli contadini urbani, va bene anche prima di andare a scuola e nel pomeriggio, subito dopo aver fatto i compiti (almeno due volte al giorno). Quando le piantine saranno pronte, fatele travasare con delicatezza in un vaso più grande. Per chi non ha mai assistito alla magia della natura, è davvero un’esperienza unica. Coinvolgere i bambini in quest’attività, gli regalerà la voglia di scoprire, giorno per giorno, tutti i passaggi necessari che impiega un seme nel diventar pianta da frutto.

I BAMBINI HANNO BISOGNO DELLA NATURA

e8f4d4decfb56d51d2bc3d2f82174a51

E’ inutile discutere sul fatto che il contatto con la natura sia una fase fondamentale per la crescita di un bambino. D’altronde noi siamo cresciuti senza smartphone e pc, con tanti ricordi di momenti passati a giocare con i nostri amici in luoghi all’aperto, con il sole addosso e il vento tra i capelli. Certamente oggi la tecnologia e i tanti impegni, dimezzano nettamente la possibilità di passare più tempo all’esterno. Scuola, dopo scuola, palestra, lezioni d’inglese e potrei continuare all’infinito, hanno tolto la voglia e le energie di voler far nuovi esperimenti. Un piccolo orto in casa, può regalare la gioia di attendere un qualcosa che succederà, qualcosa creato dalle loro mani e che un giorno potrà essere raccolto e mangiato nel modo più naturale possibile.

Un saluto green.

Luigi Celano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui