Permessi per costruire una serra

Permessi per costruire una serra

Per ottenere i permessi per costruire una serra nel proprio giardino/orto, bisogna rivolgersi ad un tecnico abilitato (geometra, architetto o ingegnere) che presenti una semplice Scia o, in alcuni casi, un permesso a costruire.
Le normative in materia di permessi per costruire una serra variano da regione a regione, quindi bisogna informarsi sulle varie direttive in materia di altezze e distanze presso l’ufficio tecnico del proprio comune di appartenenza. Il mio consiglio? Rivolgetevi sempre ad un tecnico del posto che conosca già come muoversi in materia e, soprattutto, attenti ai vicini!

I permessi per costruire una serra secondo l’architetto

I-permessi-per-costruire-una-serra-secondo-l'architetto

Facciamo qualche domanda al nostro amico architetto Vincenzo Botte, per chiarire i nostri dubbi in merito ai permessi per costruire una serra.

Posso installare una serra anche se non ho un’azienda agricola?

Certo, non esiste alcuna legge, in Italia, che vieta l’installazione di una serra anche se non si possiede una azienda agricola, va semplicemente esplicata, laddove vi è richiesta, la destinazione d’uso di questa struttura.

Quali sono i documenti necessari per richiedere i permessi per costruire una serra?

In genere, salvo straordinari emendamenti locali, la realizzazione di serre può essere sottratta all’ordinario regime edilizio (non necessita del preventivo di rilascio del permesso di costruire) solo nel caso in cui il sistema adottato per la protezione delle colture sia precario e non preveda metodi stabili di ancoraggio al suolo (classiche serre stagionali). Diversamente, la realizzazione di serre destinate a far fronte ad esigenze continuative, stabilmente fissate al suolo, e che comunque alterano in modo duraturo l’assetto urbanistico, configura il reato di cui all’art. 44 del D.P.R. n. 380/2001” (Cassazione penale, Sez. III, 16.11.2005 n. 46767), richiede il preventivo rilascio della concessione edilizia.

Che distanze devo rispettare dai vari confini?

Le distanze da rispettare sono frutto di una ripartizione. Nello specifico, se costruisco una serra nelle vicinanze di un confine dove, a sua volta esiste una struttura, dovrei mantenermi almeno a 3 metri da questa, in pratica il primo che realizza una struttura nelle parti confinanti deve attenersi ad una distanza minima di 1,5 metri dal confine.

C’è un limite per l’altezza o la volumetria?

Una serra non comporta una volumetria totale, ma viene considerata come volume tecnico in quanto non essendo struttura a titolo abitativo, quindi, non va calcolata come un’aggiunta volumetrica a quella esistente. L’altezza massima non sia superiore a 4 metri in gronda e a 7 metri al culmine; nel caso di serre con tipologia a tunnel viene considerata solo l’altezza del culmine.

A chi affidarsi per depositare la documentazione?

Tutte le operazioni di richiesta di permessi e di concessioni vengono affidate, su incarico di chi decide di costruire, a una figura tecnica, architetto, ingegnere, geometra sono i professionisti che fanno al caso vostro.

Quali sono i tempi?

La tempistica, in ambito burocratico, qualora ci sia bisogno di richiedere la concessione, varia da comune in comune.
Generalmente, il tempo per il rilascio della concessione edilizia è di 60 giorni. Ovviamente, partono dal giorno di consegna degli elaborati (in base al protocollo di arrivo), e il tempo si ferma ogni volta che il comune richiede degli elaborati aggiuntivi, e riprende quando si vanno riconsegnati gli stessi.

Ci sono vincoli per la copertura del tetto della serra o delle pareti?

Vincoli su coperture o pareti nello specifico, non sono previsti, ma ovviamente la copertura va rettificata in base alla tipologia della falda considerando la pendenza giusta della copertura per lo scorrimento delle acque.

Vincenzo, quali sono i permessi per costruire una serra:

C’è da distinguere due tipologie di azioni da svolgere:

  • attività edilizia libera;
  • concessione edilizia.

Gli interventi qualificati come attività di edilizia libera, possono essere eseguiti senza bisogno di alcuna comunicazione al Comune. Gli esempi riguardano installazione di serre mobili stagionali, anche con intelaiature di metallo ma senza di strutture in muratura, funzionali allo svolgimento dell’attività agricola.

Per la realizzazione di una serra dove vi è richiesta concessione edilizia, va trasmessa, al Comune di competenza, la segnalazione certificata di inizio attività (Scia). Questa consente al cittadino di eseguire, nell’immobile di sua proprietà, i lavori tali per la realizzazione della struttura indicata, dopo aver presentato all’Amministrazione comunale (Sportello Unico) un’apposita segnalazione asseverata da un tecnico abilitato. Rientrano in questa categoria:

  • Serre stabilmente ancorate al suolo;
  • Capannone di ricovero attrezzi;
  • Gazebo in legno su base in calcestruzzo
  • Copertura per autovetture, se di dimensioni non ridotte e stabilmente infissa al suolo.

Documentazione da presentare: i permessi per costruire una serra:

  • modulo Scia in duplice copia, compilato dal proprietario o avente titolo e dagli eventuali contitolari e asseverata da un tecnico abilitato;
  • elaborati progettuali previsti dal Regolamento Edilizio (art. 35, 36, 37) in relazione al tipo di intervento e alla zona di Puc, a firma di un tecnico abilitato, in triplice copia;
  • dichiarazione dei dati dell’impresa/e esecutrice/i dei lavori(Durc), copia della notifica preliminare, se dovuta, e una dichiarazione di aver verificato la documentazione prevista dalle lett. a) e b) dell’art. 90 del D. Lgs 9/4/2008 n. 81;
  • autocertificazioni, redatte con le modalità previste dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, che attestano la presenza dei requisiti di legge necessari per la realizzazione dell’intervento edilizio;
  • pareri delle Amministrazioni preposte alla tutela dei vincoli ambientali, paesaggistici o culturali (es. parere della Soprintendenza dei beni culturali, autorizzazione paesaggistica);
  • ricevuta dell’avvenuto pagamento dei diritti di segreteria di 70 €(può variare a seconda della tariffa comunale);
  • ogni altro documento elencato tra gli allegati nella modulistica della Scia, ove ricorra il caso.

2 COMMENTI

  1. […] Accertato che la domanda più banale al mondo sia “quanto costa una serra?”, vediamo insieme come richiedere un preventivo per realizzare la struttura protettiva per il nostro orto. Il primo passo, consiste nel verificare lo spazio che abbiamo a disposizione. La distanza dal confine è giusta? L’area che vogliamo coprire, permette di lavorare facilmente senza limitazioni? Soprattutto in quell’area possiamo installare una serra per orto? Per queste e altre informazioni necessarie, consiglio di leggere un nostro precedente articolo in cui parliamo di permessi necessari per costruire una serra. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui