Strumenti da giardinaggio: gli attrezzi per cominciare a curare il giardino

strumenti da giardinaggio

Quando si inizia a curare il proprio angolo verde, la prima necessità che si manifesta è di possedere strumenti da giardinaggio pratici ed efficienti. Per chi è alle prime armi, tuttavia, può essere difficile individuare gli attrezzi da giardino necessari per la cura delle proprie piante. In questo articolo, pertanto, faremo una panoramica sugli attrezzi da giardinaggio più comuni, spiegando a chi e a cosa servono.

Strumenti da giardinaggio: i nomi degli attrezzi più comuni

Come si chiama quello strumento da giardinaggio? Sì, quell’attrezzo per il giardino, lì… Quante volte è capitato di pronunciare questa frase? Gli attrezzi per giardinaggio sono numerosi e ricordare i nomi di tutti può essere difficoltoso. Per cominciare a prendersi cura del proprio angolo verde, tuttavia, non occorre possederli tutti. Spesso sono sufficienti pochi attrezzi per giardinaggio, per assicurare alle proprie piantine di crescere rigogliose. Fra gli strumenti giardinaggio più comuni per iniziare, sicuramente troveremo:

  • zappa: è lo strumento più diffuso fra i giardinieri, utilizzato per dissodare il terreno;
  • pala: è uno strumento utilizzato per vari scopi, per dissodare il terreno, spargere concime e molto altro ancora;
  • rastrello: è l’attrezzo impiegato per raccogliere foglie e, talvolta, per sbriciolare il terreno;
  • forbici: vengono utilizzare per recidere steli o rami delle piante;

A questi attrezzi giardinaggio che potremmo definire basici, poi, se ne possono aggiungere altri più specifici. Per il momento, comunque, limitiamoci a spiegare nel dettaglio il loro utilizzo.

La zappa: utensili da giardino per dissodare il terreno

zappa da giardinaggio

La zappa, come accennato precedentemente, è fra gli utensili da giardino quello impiegato per dissodare il terreno. Il suo impiego è antichissimo, come dimostrano i ritrovamenti archeologici. Il motivo di un impiego così precoce nella storia degli utensili da giardinaggio è legato ai vantaggi di dissodare il terreno: si rivoltano le zolle, si estirpano le erbacce, si praticano i solchi per la semina e molto altro ancora. Nella fattispecie, a seconda dell’utilizzo che si vuole fare, la zappa è disponibile in varie forme e dimensioni. Il cosiddetto zappone, dotato di una lama lunga e appuntita, è utilizzato per dissodare terreni duri o per cavare i tuberi dal terreno. La zappetta, evidentemente dotata di una lama di dimensioni minori, viene impiegata proprio per le operazioni di giardinaggio.

La pala: attrezzi da giardinaggio per spostare il terrenopaletta da giardinaggio

La pala, spesso chiamata anche badile o vanga, è un altro attrezzo da giardinaggio molto comune. Questo, fra attrezzi da giardiniere, è usato quasi esclusivamente per spostare o raccogliere il terreno. Ciononostante il badile, che è un altro strumento antichissimo, ha numerosi impieghi. Viene utilizzato per raccogliere materiali vari, per spargere i concimi, per scavare buche più o meno profonde, ecc. Per questa stessa ragione, è possibile trovare numerose varianti. Chi si trova alle prime armi non dovrà necessariamente dotarsi di una vanga, a meno che non abbia intenzione di creare angoli verdi molto ampi. Per chi desidera avvicinarsi all’orto in vaso, per esempio, sarà più che sufficiente una paletta da giardinaggio. Più leggera e più pratica, consentirà di vangare il terreno senza sporcarvi le mani.

Il rastrello: un attrezzo da giardino per raccogliere foglie e sbriciolare il terreno

forca da giardinaggioTenere l’angolo verde sempre in ordine, evitando la presenza di foglie secche, può essere davvero difficile. Aiutarsi con un rastrello, in questi casi, può essere la scelta più comoda. Il rastrello, pertanto, è un attrezzo da giardino estremamente utile. Tra l’altro, esso può essere impiegato anche per altri scopi: grazie ai suoi rebbi fitti, che penetrano non troppo in profondità, è possibile sbriciolare ulteriormente il terreno, rendendolo più soffice.

Una variante di questo attrezzo di giardinaggio è la forca. Il suo impiego prevalente è in ambito agricolo, ma trova spesso utilizzo anche nella cura del giardino. La forca da giardinaggio è una attrezzo di dimensioni più contenute, che, come il rastrello, contribuisce a dissodare il terreno. La lunghezza dei suoi rebbi aiuta ad arrivare in profondità anche in caso di terreni particolarmente duri.

Le forbici: gli attrezzi di giardinaggio per la potatura

forbici da giardinaggio

Quando si parla di potatura si apre un mondo a parte. Gli attrezzi di giardinaggio, già di per sé numerosi, aumentano in maniera spropositata in questo settore. Gli attrezzi per potatura, spesso, variano a seconda della tipologia di pianta. Chiaramente, potare un bonsai non è la stessa cosa che tagliare i rami di una quercia. Le forbici da giardinaggio sono lo strumento da giardinaggio che dovrebbe consentire di affrontare qualsiasi insidia di un angolo verde casalingo. Nel caso il giardino veda la presenza di piante con rami, allora è bene dotarsi di forbici per potatura, che consentiranno un taglio più facile e pulito, con minore sofferenza per la pianta.

Gli altri strumenti da giardinaggio

Come abbiamo detto all’inizio, gli strumenti da giardinaggio sono numerosi. Sapete, per esempio, cos’è un foraterra? Ecco, racchiuderli tutti in un singolo articolo non avrebbe molto senso. Se siete alle prime armi, però, lasciatevi dare un altro consiglio. Insieme con gli utensili da giardino consigliati sin qui, dotatevi anche di un paio di guanti da giardinaggio e di un annaffiatoio. I primi vi permetteranno di lavorare in giardino senza preoccuparvi di sporcarvi le mani. Il secondo, invece, vi sarà utile per avere a disposizione l’acqua, fondamentale per la vita delle piante, anche quando non c’è un rubinetto a portata di mano.

Con questo è tutto. Come sempre,

buon orto.
Luigi Celano